Né Macròn né Salvini, l’alternativa è “E ora il popolo!”

image_pdfimage_print

In un recente documentario televisivo su “La tentazione populista”, Steve Bannon, già direttore della campagna elettorale di Donald Trump, cerca di imporci la partita per le prossime elezioni europee: “Per le elezioni di maggio ci sono da un lato queste coalizioni populiste guidate da Salvini e Orban […] e dall’altro Macron. Una delle due parti vincerà, l’altra perderà”. “Macron contro Salvini”, “Populista contro Progressivo” o di fatto “estrema destra contro neoliberisti”.I neoliberisti sarebbero quindi i migliori rimedi contro l’ascesa dell’estrema destra e del nazionalismo in Europa. Ah sì? E chi, l’alleanza di Ciudadanos, il partito gemello di La République En Marche!, con il Partido Populare Vox in Andalusia? Quale è la differenza per i migranti che vogliono vivere in Europa?Le politiche neoliberiste di distruzione sociale sono il terreno fertile per l’estrema destra, e l’estrema destra serve come spinta per far credere che non ci sono alternative se non la “concorrenza libera e non distorta”.Entrambi devono essere combattuti.Tuttavia, un’alternativa è possibile, si chiama “E ora il popolo!”, una dinamica realizzata in molti paesi europei per queste elezioni: in Portogallo dal Bloco de Esquerda, Podemos in Spagna, l’Alleanza di Sinistra in Finlandia, l’Alleanza Rosso-Verde in Danimarca, il Partito della Sinistra in Svezia… e qui da France Insoumise.“E ora il popolo!” riprende la fiaccola del NO di sinistra al TCE (Trattato per la Costituzione Europea) nel 2005 e difende un’Europa dei popoli. É un movimento che ha un progetto eco-socialista per rispondere alle emergenze democratiche, sociali ed ecologiche che ci troviamo ad affrontare. Un movimento che vuole rompere con i trattati che stabiliscono l’austerità, il dumping sociale e fiscale, che difende l’uguaglianza e i diritti delle donne, il diritto di asilo rompendo così con la Fortezza Europa.Per le elezioni europee, né Macron né Salvini, dobbiamo sostenere e votare per “E ora il popolo!”, votate per la lista della France Insoumise guidata da Manon Aubry e Manuel Bompard!Traduzione a cura di Andrea Mencarelli (Potere al Popolo) del comunicato di Ensemble Insoumis·es pubblicato su: http://reflexions-echanges-insoumis.org/ni-macron-ni-salvini-lalternative-cest-maintenant-le-peuple

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *