Giù le mani da Arianna e dagli attivisti ambientali.

image_pdfimage_print

La solerte Procura della Repubblica di Napoli Nord ha inviato alla nostra compagna, Arianna Organo, di Giugliano un provvedimento giudiziario per “diffamazione” perché avrebbe contestato l’operato del Presidente della Regione, Vincenzo De Luca, con un video dalla sua pagina Facebook. Ad altri attivisti, sempre nel medesimo provvedimento, vengono mosse accuse circa una contestazione avvenuta, nei mesi scorsi ad Aversa, contro una delle abituali passerelle propagandistiche che De Luca riscopre periodicamente nel territorio campano.

Colpisce la sottomissione culturale ed operativa della Procura della Repubblica verso un soggetto politico istituzionale impegnato in una parossitica campagna elettorale il quale non ha bisogno di ulteriori elementi di visibilità e di notorietà.

Ci chiediamo se la puntualità con cui si è mossa la Procura della Repubblica per individuare questi “disegni criminosi” sia la stessa che gli stessi uffici impiegano per indagare l’enorme mole di misfatti ambientali che si consumano sul territorio di Napoli Nord.

Intanto la nostra solidarietà ad Arianna Organo – che, tra l’altro, è candidata a Sindaco di Giugliano per la lista di Potere al Popolo – e agli altri compagni dei movimenti di lotta ambientali e l’invito militante ad intensificare la denuncia politica alla storica manomissione ambientale ed antisociale che ogni giorno si accumula contro le popolazioni dell’area metropolitana napoletana.

Rete dei Comunisti – Campania

29 luglio 2020

Un pensiero riguardo “Giù le mani da Arianna e dagli attivisti ambientali.

  • 29 Luglio 2020 in 21:37
    Permalink

    Io sto con Arianna Organo, forte coraggiosa, dignitosa!!!!
    Grande Sempre al tuo fianco

    Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *